Turismo a Matera: il grido d’allarme degli operatori non più disposti ad aspettare; manifestazione in Comune

Matera. Arrabbiati senza la volontà di distruggere, ma la misura è colma.
Si sono presentati in massa gli operatori turistici, commercianti ed albergatori di Matera nel palazzo di via Moro; si sono autoconvocati nella speranza di incontrare il sindaco De Ruggieri che, a poche ore dalla manifestazione pacifica, li aveva invece invitati per sabato mattina. Sono stati ricevuti dal vicesindaco e assessore agli Eventi, Nicola Trombetta, dall’assessore all’Innovazione , Enzo Acito, e dal Capo di Gabinetto, Maria Rita Iaculli.
Per l’ennesima volta sono state illustrate le problematiche e le questioni che stanno mettendo in serie difficoltà le loro attività, mentre gli ultimi incontri risalgono a tre mesi fa, quando c’era ancora l’assessore al Turismo, la Poli Bortone, poi dimissionaria. Posto ancora vacante.
Si va dalla mancata programmazione di eventi all’abusivismo, in grado di influenzare i percorsi e le tappe dei turisti; dal malfunzionamento della Ztl alla sicurezza nei Sassi e sul Belvedere; dall’innalzamento della tassa di soggiorno all’utilizzo della stessa come tassa di scopo per il miglioramento dei servizi.

Dalla partecipazione così numerosa è stato evidente il malessere degli operatori e dei rappresentati di Cam (Consorzio Albergatori Matera), Associazione B&B Matera, Confesercenti , Confcommercio e Confguide Matera e, soprattutto, è emerso che gli imprenditori non sono più disposti ad accettare l’illusione di una risoluzione dei problemi.

Intanto l’incontro di sabato è stato annullato ; il documento inviato, presentato e discusso ai tempi della Poli Botone sarà analizzato nella prossima riunione di Giunta e gli operatori saranno convocati per un incontro con tutti gli assessori su cui, per ogni ambito, dovranno dare risposte e soluzioni. Ma…ci sarà l’assessore al Turismo?

 

Comunicato Matera si Muove 

Matera si Muove aderisce alla protesta degli operatori economici della nostra città provocata dall’immobilismo del sindaco e della sua giunta comunale su molteplici temi.

La quasi totale assenza di controlli sull’abusivismo perpetrato da venditori ambulanti non autorizzati ai danni dei commercianti del centro storico, la presenza costante di guide turistiche abusive nelle vie maggiormente attraversate dai visitatori e, non ultima, la penosa gestione del traffico veicolare provocata da inutili lavori nelle zone nevralgiche della città, denotano una incapacità evidente nella organizzazione di questi servizi di primaria importanza.

Ci duole inoltre rimarcare che la tassa di soggiorno, aumentata al fine di generare benefici e servizi al comparto turistico essendo una tassa di scopo, oggi viene impiegata per lo sfalcio dell’erba (!!!). A tal proposito vorrei ricordare l’importante lavoro messo in campo dall’ex Assessore Adriana Poli Bortone (con la quale mi onoro di aver collaborato nei suoi mesi a Matera), la quale con non poche difficoltà riuscì ad istituire un tavolo tecnico con gli operatori del settore per condividere le scelte e organizzare una programmazione turistica seria, pratiche mai viste prima nel nostro Comune.

Evidenziamo quindi con preoccupazione l’incomprensibile interruzione di quel tavolo, coinciso con le inevitabili dimissioni della Poli Bortone in seguito ai gravi fatti accaduti ai danni del suo operato, né tantomeno giustificabile con i tempi lenti di un sindaco ostaggio del PD e del suo segretario che non riescono a dare una nuova giunta ad una città che invece deve correre.

Ci sorge il dubbio a questo punto che la mancata condivisione e programmazione della strada da seguire faccia comodo a chi un tempo gridava nelle commissioni di “fregarsene dei cittadini” o a chi è interessato a gestire soldi pubblici “all’uso nostro” con qualche spettacolino non all’altezza di una Capitale. Questi soggetti sono oggi ad amministrare la città accanto al Sindaco al quale consigliamo nuovamente di dimettersi per salvare quantomeno la credibilità di uomo e di professionista.

DANIELE FRAGASSO – Capogruppo Matera si Muove –

Share Button