Imprenditore testimone di giustizia a Potenza: “Minacciato di morte, vado avanti”

Al Liceo Scientifico Pasolini di Potenza, la storia del testimone di giustizia Luigi Leonardi. Da anni sotto scorta per aver denunciato i clan della camorra, l’imprenditore napoletano ha incontrato i giovani studenti della sezione distaccata di Laurenzana per parlare della piaga che coinvolge non solo la Campania e che lo ha costretto, a causa delle estorsioni, ad abbandonare due fabbriche, negozi ed anche la casa. “Una storia simile a tanti conterranei e che non vede sempre atti coraggio – è emerso – ecco perché il suo è divenuto bandiera di legalità.

Sequestrato e minacciato di morte, Leonardi ha deciso di “dire basta” nonostante l’isolamento e la scarsa attenzione più volte sollevata nei confronti dello Stato. La sua tappa lucana si è svolta in occasione della presentazione del libro di Francesca Nardi “Codice Inverso”, un vero e proprio volume di inchiesta sulla malavita e la camorra.

Share Button