Influenza, picco in Basilicata

Matera. 13,5 casi ogni 1000 assistiti. Nell’ultima settimana di dicembre , la Basilicata tra le regioni più colpite, in Italia, dal virus influenzale insieme a Calabria , Piemonte, Liguria e Marche. La media è 11,11 casi. Lo certifica Influnet , il rapporto epidemiologico del Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto superiore di sanità. I sei medici “sentinella” hanno individuato per la Basilicata 229 casi, il 34,89 per cento dei propri assistiti. La fascia più colpita quella tra i 15 – 64 anni con 149 casi, 37 con età 65 anni e oltre; 30 tra i 5 – 14 anni e 13 tra 0 – 4 anni . Il virus H1N1 si diffonde ed i casi segnalati si fanno sempre pi numerosi. In Puglia una quarta persona, un settantenne con patologie gravi che era ricoverato in condizioni critiche nel reparto di Rianimazione del Policlinico di Bari, si aggiunge alle tre vittime pugliesi dell’influenza , mentre sale a 13 il numero di persone ricoverate in condizioni critiche. Il ministero della Salute sta valutando se offrire gratis i vaccini contro l’influenza anche ai bambini da uno a sei anni per impedire che dai nipoti il virus si propaghi ai nonni. “In alcuni casi, quando la febbre è molto alta, anche i piccoli corrono pericoli, ma come già fanno negli Usa immunizzarli significa impedire poi al virus di propagarsi in casa tra genitori e nonni”, ha affermato Gianni Rezza, direttore del Dipartimento di infettivologia dell’Iss. Oggi il vaccino antinfluenzale è gratuito per gli ultra 65enni, le donne al secondo e terzo mese di gravidanza, diabetici, malati cronici cardiovascolari e delle vie respiratorie, neurolesi, trapiantati e immunodepressi. Mentre i bambini di tutte le età pagano. Come riporta La Stampa i costi potrebbero aggirarsi sui 30 milioni. “Ma i risparmi sarebbero enormi – hanno spiegato gli esperti – perché tra costi diretti e indiretti ogni influenzato costa allo Stato mediamente almeno 500 euro, mentre per chi viene ricoverato la spesa lievita a 1.500 al giorno”.

Share Button