Ferrovie. Il parlamentare lucano Cosimo Latronico sul piano infrastrutturale

“Non possiamo accettare un piano delle infrastrutture ferroviarie del nostro Paese che tagli fuori la Basilicata e l’arco jonico, da Taranto a Sibari. Nel provvedimento ‘Sblocca Italia’ feci includere tra le opere strategiche del Mezzogiorno proprio la tratta ferroviaria Salerno-Potenza-Taranto per costruire una connessione che porterebbe fuori dall’isolamento ferroviario la Basilicata e l’intero comprensorio ionico”.

Lo evidenza, in una nota, l’on. Cosimo Latronico (Noi con l’Italia). Secondo il parlamentare lucano, “dovremmo proseguire questa battaglia. Ha fatto bene a questo riguardo la Regione Calabria ad utilizzare i proprio fondi di coesione e sviluppo per finanziare per 500 milioni di euro un contratto di programma con Rfi e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per ammodernare la rete ferroviaria jonica da Rocca Imperiale a Reggio Calabria. Uguale interesse non hanno mostrato la nostra Basilicata e la Puglia per dare priorità all’asse ferroviario Salerno-Potenza-Taranto. La stessa tratta ferroviaria Ferrandina-Matera La Martella programmata con la penultima legge di stabilità avrà un senso se la tratta ferroviaria Salerno-Metaponto sarà potenziata. Spero che il dibattito pubblico aiuti queste scelte strategiche che mancano dalla programmazione della Regione Basilicata e” conclude “rappresentano una grave lesione del diritto costituzionale alla mobilità”.

Share Button