Basilicata. La stazione di Castel Lagopesole riconosciuta bene di interesse culturale

La “stazione ferroviaria e scalo merci di Castel Lagopesole” è stata riconosciuta bene di interesse culturale con decreto del Segretario Regionale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la Basilicata.

Lo ha reso noto il sindaco di Avigliano (Potenza), Vito Summa. Il bene sottoposto a tutela “è sito in località Sarnelli e si compone del locale viaggiatori, della casa cantoniera e del magazzino merci. Già da diversi decenni la Stazione è andata in disuso come scalo merci, mentre continua ad avere funzione di Stazione passeggeri, sebbene il fabbricato, ad eccezione della Sala d’attesa, sia fuori servizio.

Posta sulla linea Foggia-Potenza, la Stazione fu inaugurata nel 1892, rispecchiando i canoni dell’architettura ferroviaria dell’epoca. Il suo interesse storico e culturale deriva dall’essere un elemento identitario della ‘Storia della ferrovia di fine ‘800’. Segno tangibile della rivoluzione industriale, sin dalla sua origine, ha inciso profondamente nel tessuto sociale e urbanistico, assumendo un ruolo di valenza urbana e di progresso sociale”. Summa ha espresso “apprezzamento per la decisione del Segretariato Regionale di riconoscere la valenza culturale di un bene, la Stazione Ferroviaria di Castel Lagopesole, che appartiene alla memoria storica di intere generazioni e che negli anni ha favorito la crescita e lo sviluppo economico delle nostre comunità”.

Share Button