Criminalità, indagine “il Sole 24 ore”, Basilicata si conferma “isola felice”

Pubblicate da “Il Sole 24 Ore” le classifiche provincia per provincia sul numero dei reati commessi e denunciati in Italia nel 2016

I numeri, elaborati in base alle statistiche fornite dal Dipartimento per la Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno dicono che nel 2016 c’è stata una flessione abbastanza pronunciata dei delitti pari al 7,4% su scala nazionale, ma con dinamiche molto differenti sul territorio e per tipologia di reato.

La situazione in Puglia e Basilicata. In classifica generale, la prima provincia che si incontra è quella di Foggia (posizione 26 con 4.287,1 per 100mila abitanti), seguita dalla provincia di Bari in posizione 28 (4.204,3 per 100mila abitanti), Brindisi in posizione 48 (3.487,7 per 100mila abitanti), BAT in posizione 56 (3.320,9 ogni 100mila abitanti), con le più tranquille province di Lecce (in posizione 72 con 3.073,8 denunce ogni 100mila abitanti), e Taranto in posizione 74 e 3.051,7 reati denunciati per 100mila abitanti.

Per trovare le due province lucane bisogna invece guardare nelle parti basse della graduatoria: Matera occupa la posizione numero 96, con 2.430,8 denunce ogni 100mila abitanti e Potenza in centesima posizione con 2.341,9 denunce per 100mila abitanti.

I dati provinciali (Puglia e Basilicata) per tipo di reato

Per numero di omicidi ogni 100mila abitanti Foggia risulta essere la provincia più colpita, anche se l’incidenza rispetto all’anno precedente è con una diminuzione in percentuale del 19% per questo tipo di reati.

Per i furti totali primeggia invece la provincia di Potenza, che risulta essere in Italia quella meno colpita dal fenomeno: sono infatti 632,1 ogni 100mila abitanti (in calo dell’11 per cento rispetto alla precedente rilevazione).

Per i numeri dei furti in abitazione è invece la provincia di Matera la meno colpita in Italia con 105,1 casi per 100mila abitanti, con una incidenza al ribasso del 12 % rispetto i dati precedenti, mentre Potenza, comunque terzultima in Italia con 135,2 casi per 100mila abitanti vede aumentare del 19 per cento questo genere di reati.

Per furti di autovetture è invece la Puglia la regione più a rischio, in particolare con le province di Barletta – Andria – Trani (608,3 casi per 100mila abitanti) e quella di Bari con 575,3 denunce ogni 100mila abitanti e una tendenza all’aumento per questi reati del 2 %.

Furti in esercizi commerciali. Tra le province meno colpite in Italia figurano ancora quelle lucane, con i 40,2 casi di Potenza e Matera che ne denuncia 49,6 ogni 100mila abitanti.

Il fenomeno delle estorsioni è una piaga per la provincia di Foggia che in Italia è la seconda più colpita, con una tendenza all’aumento di 19 punti percentuali rispetto i dati precedenti e29,8 casi ogni 100mila abitanti.

Rapine. Bari è tra le 10 province più afflitte dal fenomeno in italia, esattamente è la settima, se ne denunciano 75,9 per 100mila abitanti. Tra le meno a rischio figura invece quella di Potenza, che le vede aumentare rispetto ai dati precedenti (con un +12% di incidenza) ma che resta sempre la quinta meno colpita con 10 casi per 100mila abitanti.

Per frodi informatiche è la BAT pugliese la seconda provincia italiana meno colpita con 85 casi per 100mila abitanti.

Per scippi invece la provincia di Bari è la più colpita dopo Prato e Napoli con una tendenza però a una maggiore incidenza (15% in più) e 66,3 casi denunciati ogni 100mila abitanti. Tra le meno a rischio in Italia vi è Matera dove si sono verificati 2,5 casi, per i borseggi invece la decima provincia meno colpita in Italia è quella leccese, con 34,6 casi ogni 100mila abitanti.