Lucani nel Mondo. Una delegazione argentina visita la Basilicata

La Commissione regionale dei lucani nel mondo (Crlm) è “un organismo che, pur restando per certi versi impersonale e istituzionale, suscita profonda emozione. Una emotività legata proprio a ogni momento di incontro con i corregionali”.

Lo ha detto il presidente della Crlm, Aurelio Pace, che oggi ha incontrato con il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Franco Mollica, una delegazione di emigrati lucani residenti a Lanus, in Argentina, e il presidente dell’associazione “Sociedad Mutual Pescopaganesa”, Gerardo Pinto.

Secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa dell’assemblea, Mollica ha poi spiegato che “il senso di appartenenza deve essere trasmesso con continuità ai ragazzi italiani emigrati destinatari di una serie di progetti da parte del Consiglio regionale che prevedono scambi culturali sì, ma anche di sensazioni fulcro della vita, ritrovando affezione ed interessi simili”, e che “la costruzione della ‘Casa’ a Lanus, nel quartiere Pescopagano, con i suoi posti letto favorirà gli scambi e darà modo di ricreare tradizioni che non devono morire in nome di un grande legame e di radici comuni”.

Per Pace “sono i lucani che hanno scritto tante storie, storie che hanno inciso profondamente. Caratteristica prettamente lucana è quella di difendere il tratto di riconoscibilità e momento particolarmente esaltante il fatto che, oggi, è divenuta la regione più cliccata sui social, anche in virtù della trasformazione conosciuta”.

Pinto ha infine evidenziato “questo che è il primo di una serie di viaggi programmati con la partecipazione, ad ognuno, di venti persone con la finalità di riprendere a pieno titolo le fila di un discorso del resto mai interrotto con la Basilicata, facendola conoscere anche ad altri emigrati non lucani che avranno modo di apprezzarne tradizioni e angoli dal fascino raro”.

Share Button