Ostello diffuso in Basilicata, protocollo d’intesa tra ANCI e AIG nazionale

Mettere in rete il territorio lucano in un unico progetto di accoglienza basato sulla formula dell’ostello diffuso per valorizzare il patrimonio immobiliare esistente. È l’intento del protocollo d’intesa sottoscritto alla Provincia di Potenza tra ANCI Basilicata e AIG, il network degli Ostelli fondato nel 1945 e che conta 5.500 strutture in più di 80 Paesi del mondo.

L’obiettivo è attrarre il target di turismo giovanile, in mobilità a costi vantaggiosi, “capace – è emerso nel corso dell’incontro con la stampa – di aumentare le opportunità di scambi culturali attraverso centri di vera e propria aggregazione.”

Presente, oltre al presidente della “casa dei comuni”, Valluzzi, ed alla portavoce nazionale del Forum dei Giovani, Pisani, anche il presidente del Consiglio regionale lucano, Mollica, il quale ha lanciato la proposta di una modifica di legge per riqualificare in ostelli delle strutture già esistenti, oltre ad altri finanziamenti a beneficio del settore.

Stando alle ultime cifre, il tasso di occupazione nel settore degli ostelli giovanili è molto elevato, con previsione del +4% nel 2018. La provenienza in Italia come in altre parti d’Europa è maggiore dall’estero. Dunque, una opportunità da cogliere per la Basilicata, proiettata a grandi passi verso il 2019 e quindi bisognosa di ricettività non solo a Matera ma sull’intero territorio.

Share Button