Bambini “super”, presto programmi didattici per permettere loro di esprimersi

A Bari convegno sui plusdotati. Il sottosegretario D’Onghia: “Una risorsa per tutti, servono investimenti pubblici”

Piccoli ma grandi, perché in grado di capire meglio e prima dei loro coetanei. Ma spesso proprio per questo emarginati. I bambini plusdotati possono e devono invece essere una risorsa per loro stessi e per le classi che frequentano, come emerso nel corso di un incontro organizzato all’Università di Bari dal laboratorio LabTalento dell’Università di Pavia.

Un appello raccolto per la prima volta dalle istituzioni pubbliche, dopo anni di impegno principalmente privato. Il Comune di Bari ha sottoscritto un protocollo in materia, mentre la sottosegretaria all’Istruzione Angela D’Onghia si occuperà di promuovere il tema a livello nazionale.

Share Button