Libertà per Gabriele Del Grande: anche Matera si mobilita

Foto sentieriselvaggi

Matera. “Libertà per Gabriele”.  Anche Matera si è mobilitata per chiedere il rilascio del blogger e regista trentacinquenne Gabriele Del Grande che lo scorso 10 aprile è stato fermato dalle autorità turche nella regione dell’Hatay, al confine con la Siria.   E’ stato poi trasferito a Mugla dove si trova in stato di fermo , in isolamento, senza nessuna certezza in merito al rimpatrio. Nella sua prima e unica comunicazione con la compagna, ha annunciato l’inizio del suo sciopero della fame e richiesto espressamente la mobilitazione della società civile, in difesa dei suoi diritti. “La Farnesina si sta dando da fare per organizzare l’incontro
con Gabriele nella giornata di domani “. Così il padre del giornalista Massimo Del Grande . Una delegazione
consolare italiana è andata anche oggi a Mugla, sulla costa egea meridionale della Turchia, dove resta in attesa di ricevere
dalle autorità turche l’autorizzazione a incontrare Del Grande. Il premier Gentiloni si augura una “rapida soluzione” della
vicenda. Con l’Italia si schiera l’Europa con Federica Mogherini e il presidente del Parlamento di Strasburgo Antonio Tajani.

La serata a Matera si è conclusa a Palazzo Lanfranchi con la proiezione del film “Io sto con la sposa” di cui Del Grande è co – regista.

 

Share Button