Politica in rosa, la Puglia in fondo alla classifica delle donne sindaco. Bene le imprenditrici in Lucania

Secondo la ricerca Anci resta molto lontana la parità di genere in politica. Meglio per quanto riguarda l’economia

Vicesindaco sì, sindaco no. In Puglia la componente rosa della giunta va di moda solamente se si tratta della seconda carica: il 34,7% dei vicesindaco pugliesi è donna. Un dato significativo che permette alla regione Puglia di classificarsi al quarto posto tra le regioni italiane per numero di vicesindaco donna. Secondo i dati della ricerca realizzata da Anci, su dati del ministero dell’Interno, le donne sindaco in Puglia solo invece solo il 6,8% del totale, valore che piazza la regione in diciottesima posizione a livello nazionale. Un po’ meglio per quanto riguarda il numero degli assessori: in Puglia il 38,4% è donna. Resta invece al palo la parità di genere nei consigli comunali: in Puglia su 2.764 consiglieri solo 666 sono donne. Un 24,1% che permette alla regione Puglia di classificarsi al quindicesimo posto per presenza femminile tra i consiglieri comunali. Percentuale simile per la carica di presidente del consiglio comunale la regione Puglia si assesta al tredicesimo posto con il 20,8% di donne sul totale. Meglio in Lucania, dove i consigli condotti da donne sono il 31,3%. Su 129 sindaci lucani 11 sono le donne, con una percentuale dell’ 8,5% sul totale, mentre le consigliere in rosa il 23,9% del totale. Infine per quanto riguarda la carica di assessore, in Basilicata il 37,4% degli assessori è donna, percentuale che permette alla Regione di piazzarsi in tredicesima posizione a livello nazionale. Ancora peggio per quanto riguarda i Consigli regionali: in Puglia le donne sono quattro su 50, in Basilicata non ce n’è neanche una: solo l’assessore Flavia Franconi rappresenta l’altra parte del cielo. Un dato curioso poi sulle donne imprenditrici: secondo Unioncamere la Lucania è tra le prime tre regioni in Italia per percentuale di imprese in rosa.

Share Button