Oltre le sbarre, la cultura: una serie di azioni per promuovere la lettura all’interno delle carceri pugliesi

Presentato “Parole senza barriere”, realizzato da Presidi del Libro e Amministrazione penitenziaria pugliese e lucana: cinque i progetti tra Bari, Altamura, Turi e Trani

La cultura è luce, e spesso è proprio di quella che chi è recluso in carcere ha bisogno per provare a cercare una nuova via una volta fuori. Per questo l’associazione Presidi del libro e l’Amministrazione penitenziaria di Puglia e Basilicata hanno pensato a cinque cicli di appuntamenti che partiranno all’interno degli istituti penitenziari di Bari, Altamura, Turi e Trani per coinvolgere attivamente i carcerati nell’esercizio della lettura e della scrittura.

Il progetto è supportato da Confindustria Bari e Bat, Asl Bari e dal pastificio Granoro, con la collaborazione attiva dell’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia.

Share Button