Aperto il 33esimo congresso nazionale Anci. Antonio Decaro nuovo presidente


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.trmtv.it/home/home/wp-content/plugins/new-royalslider/classes/rsgenerator/NewRoyalSliderGenerator.php on line 339

Decaro è stato eletto a maggioranza, 4 gli astenuti, 10 i voti contrari

“Farò il presidente dell’Anci dimenticando di avere una tessera di partito perché qui apparteniamo tutti ad un partito che è il più amato d’Italia che è quello dei sindaci”.

Il risultato era scontato, anche se il predestinato, il sindaco di Bari Antonio Decaro, non ha voluto parlare prima del verdetto dei delegati. Il primo atto del 33mo Congresso Anci nazionale in programma a Bari in Fiera del Levante si apre infatti proprio con l’assemblea dei delegati chiamati a eleggere il nuovo presidente dell’Associazione dei Comuni Italiani.

Antonio DecaroFino a qualche giorno fa i candidati erano tre, oltre a Decaro i sindaci di Pesaro e Catania Matteo Ricci ed Enzo Bianco, che nel frattempo hanno ritirato la loro candidatura. Sfilata di primi cittadini nel nuovo padiglione della Fiera, da quello di Parma appena uscito dai Cinque Stelle Federico Pizzarotti ai sindaci di Roma e Napoli Raggi e De Magistris.

“Per un sistema di accoglienza e di integrazione equo e solidale”, durante il quale sono stati riportati esempi concreti di Comuni che hanno adottato il modello Sprar, ovvero Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.Un sistema trasparente e relativamente poco costoso, capace però di offrire servizi e un buon livello di integrazione ai profughi giunti in Italia. Fino ad oggi, i progetti attivati sono 485 e mettono a disposizione 22.139 posti, tutti occupati. Di questi, 1.852 sono riservati ai minori stranieri non accompagnati, mentre 280 posti sono per persone con disagio mentale o gravi patologie fisiche.

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro 46 anni, esponente del Pd, è sindaco di Bari dal giugno 2014 e dal gennaio 2015 è vicepresidente Anci Nazionale. Prima dell’elezione a sindaco, era stato assessore comunale ed è stato eletto alla Camera alle politiche del 2013.

“La scelta per Decaro è forte, autorevole e importante – ha detto il presidente uscente dell’Anci, Piero Fassino – dopo molti anni viene eletto il sindaco di una grande città del Mezzogiorno, un amministratore che ha una comprovata esperienza, un sindaco giovane, che parlerà alle nuove generazioni di amministratori. Per tutte queste ragioni, stiamo facendo una buona scelta”. Fassino ha ringraziato anche Matteo Ricci ed Enzo Bianco, in corsa, fino a qualche settimana fa, per la poltrona di presidente dell’Anci oltre al vicepresidente Paolo Perrone. Ha infine espresso forte gratitudine “per i tre anni di questa grande esperienza, anche umana che ho fatto”.

“Farò il presidente dell’Anci dimenticando di avere una tessera di partito perché qui apparteniamo tutti ad un partito che è il più amato d’Italia che è quello dei sindaci”.

Ringraziando i suoi colleghi subito dopo l’elezione: “Farò il presidente dell’Anci ascoltando tutti e parlando con tutti, dal Comune di Roma al piccolo comune di Moncenisio, così come fanno i sindaci nelle loro città che ascoltano e parlano con tutti i cittadini”.

Share Button