Cerimonia di accoglienza del nuovo vescovo della Diocesi di Tursi-Lagonegro, Mons. Vincenzo Orofino.

orofino1Tursi (Mt) – Un benvenuto preso direttamente dalla tradizione contadina e la benedizione delle arance, l’oro di Tursi: è cominciato così, nella cittadina della Rabatana, l’arrivo di Monsignor Vincenzo Carmine Orofino nella Diocesi di Tursi Lagonegro. Una intera comunità in festa, con i fedeli provenienti da tutti i comuni diocesani e da Tricarico, che saluta così il suo vescovo, con ben 39 pullman, alla presenza delle istituzioni civili e, soprattutto, dei sacerdoti e dei vescovi legati a questa comunità, come monsignor Francesco Nolè e monsignor Rocco Talucci. “Sarò il vescovo di un intero popolo e il popolo sarà il protagonista; agirò senza impertinenza e senza essere assente ma non facendovi mai mancare la presenza, come di un padre con i suoi figli”, come ha spiegato anche a noi davanti lo splendido santuario di Anglona, ultima tappa prima di raggiungere Tursi.

Share Button