Matera, farmacia comunale a La Martella, mozione di nove consiglieri

Martella1Matera. Sono trascorsi già 11 anni da quando il Consiglio Comunale di Matera ha approvato il Piano Comunale delle Farmacie in cui veniva individuata e istituita una farmacia comunale nel Borgo La Martella. Era, invece, il 2009, quando con delibera di Giunta si dava mandato al dirigente del competente settore di un immobile idoneo ad ospitare una farmacia comunale anche rivolgendosi, se necessario, al mercato immobiliare privato; da allora non si è data alcuna attuazione a questi provvedimenti; ad evidenziarlo, in una mozione, Toto, Cotugno, Fragasso, Bianco, L’Episcopia, Sasso, Casino, Morelli e D’Andrea. “La farmacia comunale – sottolineano – come servizio sarebbe non solo utile alla popolazione residente nei borghi di La Martella, di Picciano A e B, nella frazione di Timmari , ai fruitori della adiacente Zona Industriale, ma anche alle casse comunali, poiché la gestione della stessa, a mezzo di imprenditori o società in qualunque forma costituite individuati mediante procedure competitive ad evidenza pubblica, dal punto di vista economico consentirebbe all’ente comunale di richiedere un canone annuo per la concessione del servizio al privato. Con tale modulo l’ente rimarrebbe titolare del servizio farmaceutico che verrebbe però gestito da terzi. Al termine del periodo concessorio il servizio ritornerebbe nella piena disponibilità del Comune . Per tutte queste ragioni i consiglieri firmatari chiedono di attivare tutte le procedure utili e necessarie per l’apertura di una farmacia comunale nel Borgo La Martella .

Share Button