Manifestazione a Matera dei lavoratori Datacontact, le precisazioni dell’azienda

DatacontactMatera.

Di seguito la nota integrale diffusa dalla società Datacontact

A seguito della manifestazione spontanea del 9 aprile di un consistente gruppo di lavoratori della società, operativi sulle varie commesse aziendali delle sedi operative di Matera, Bari e Potenza nella giornata di ieri a Matera, sono doverose alcune precisazioni anche a seguito di quanto emerso dai resoconti della stampa.
La società Datacontact, che dal 31 marzo scorso non ha più in gestione il servizio di customer care 119 per i clienti della telefonia mobile TIM, ha manifestato sin dall’inizio della vertenza a fine 2015 la generale preoccupazione per il complessivo effetto della interruzione della commessa sull’intero equilibrio economico aziendale e sull’assetto aziendale che, a tutt’oggi, impiega oltre 1.300 dipendenti e collaboratori. In tal senso si comprendono le ragioni che hanno spinto un gruppo eterogeneo di lavoratori a manifestare per ottenere informazioni chiare e risolutive sull’andamento della trattativa presso il Ministero dello Sviluppo Economico. A tale tavolo, che pare essere alle sue battute finali nonostante i recenti rinvii e lo sforamento dei tempi rispetto alla iniziale garanzia di consentire il trasferimento del personale dal 1 Aprile 2016, la società è assente, in quanto non invitata a prenderne parte nonostante le tematiche in discussione e le modalità operative per garantire la migrazione del personale la riguardino direttamente.
Nel ringraziare il Prefetto di Matera, Sua Eccellenza Dott.ssa Antonella Bellomo, per la disponibilità manifestata anche in questa occasione nell’accogliere le istanze dei lavoratori della società, si conferma, quindi, che Datacontact è al momento non coinvolta nelle determinazioni delle Parti convocate al tavolo ministeriale. Nonostante tale anomala circostanza, e proprio in ottica garantista nei confronti dei lavoratori, la società ha posto in ferie il gruppo di lavoro della commessa TIM che continua ad essere parte integrante dell’organico aziendale e non può pertanto considerarsi personale al di fuori dell’azienda.

Share Button