Pasquetta nella Fondovalle del Noce

marateaPasquetta 2016: nessuna criticità particolare legata al traffico sulla Fondovalle del Noce per i vacanzieri  del week end di Pasqua. Variegate le opportunità per chi ha scelto nel fine settimana  una gita fuori porta tra il mare e la montagna o alla riscoperta di borghi antichi come quello di Rivello.
Un flusso  di turisti non corposo complice anche un meteo instabile che ha caratterizzato la settimana Santa tra  temperature elevate e copiose piogge miste a grandine.
Fulcro del turismo della zona rimane la gettonatissima perla del Tirreno, Maratea,  con turisti muniti di ombrello sparsi tra porto e centro storico alla ricerca di ristoranti  per saggiare piatti tipici.
Lieve ma interessante anche il turismo religioso tra le 44 chiese di Maratea e Lauria con i luoghi dove ha vissuto il Beato Lentini.
Degna di nota l’iniziativa dell’apertura del campanile della chiesa di San Nicola per una visione mozzafiato non solo dei vicoli ma dell’intera Valle del Noce. Per chi invece ha deciso di trascorrere una giornata in famiglia all’insegna delle tradizioni culinarie lucane, non è potuto mancare il “picciddato” tipico dolce lucano  per  condividere la Pasqua.