Concorso scuola: l’Anief farà ricorso

scuolaMatera. Il concorso a cattedre per 63.712 posti, previsto dalla legge Buona Scuola, è arrivato in Gazzetta Ufficiale. Tre i bandi : per infanzia e primaria, per la secondaria di primo e secondo grado e l’ultimo per il sostegno.

La domanda potrà essere presentata esclusivamente on line, attraverso il sistema telematico predisposto dal Miur fino alle ore 14.00 del 30 marzo 2016.

Rimangono però fuori dal concorso pubblico tutti i docenti precari non abilitati con 36 mesi di servizio, i docenti di ruolo,  i giovani laureati non abilitati. Per questa platea di esclusi l’Anief  farà riscorso in tribunale, perché “chi ha i titoli per concorrere non può essere estromesso”. Anief, inoltre, impugnerà l’esclusione illegittima dal concorso a cattedre dei circa 5mila abilitandi di sostegno e di tutti gli abilitandi su disciplina e sostegno che stanno completando il loro percorso formativo (non concluso in quasi tutti i casi per ritardi dipendenti dall’università organizzatrice). Per gli interessati sarà necessario compilare un modulo cartaceo, predisposto dall’Anief, in caso di riapertura dei termini su decisione del Tar.

Per maggiori informazioni su Matera è possibile rivolgersi nella sede del sindacato in via IV Novembre.

Altro tema “caldo” il piano straordinario della mobilità ed i nuovi ambiti territoriali. Di questo se ne discuterà il prossimo 9 marzo a Matera nella sede del Liceo Scientifico con la partecipazione del presidente nazionale Anief Marcello Pacifico.

Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato e riconosciuti sei crediti per l’iscrizione al master “Legislazione scolastica”. I docenti che parteciperanno all’incontro hanno diritto all’esonero dal servizio ai sensi della direttiva 90/2013.

Share Button