Matera, approvato il Regolamento per i servizi per l’infanzia; cosa cambia per le famiglie

Marilena AntonicelliMatera. Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale di Matera è stato approvato il Regolamento per i servizi per l’infanzia. Un provvedimento atteso e sul quale non venivano apportate sostanziali modifiche da circa trenta anni.

Promessa mantenuta, dunque, dell’assessore alle Politiche Sociali Marilena Antonicelli che ha lavorato sul documento sin dall’inizio del suo insediamento. In attesa di un incontro con la stampa per spiegarne i dettagli, la Antonicelli ha evidenziato, ai nostri microfoni, le principali modifiche in vigore dal prossimo anno scolastico .

Con il nuovo regolamento le strutture private che hanno i requisiti indicati nelle linee guida della Regione Basilicata potranno accreditarsi al Comune di Matera ovviamente mantenendo le stesse tariffe delle strutture comunali. Questo significa che aumenterà notevolmente l’offerta per le famiglie con la possibilità di iscrivere i propri figli anche in quelle  strutture private della città che hanno i requisiti idonei. Numerosi gli effetti positivi: i genitori potranno scegliere la struttura privata come se fosse pubblica, e quindi sulla base della localizzazione geografica (quella ad esempio più vicina alla propria abitazione o luogo di lavoro) o sulla base della qualità del servizio offerto, pagando la retta mensile in base al reddito, così come avviene oggi per gli asili comunali; così facendo aumenterà al contempo la “sana competizione” fra le strutture con conseguenze positive sulla qualità dei servizi .