Tar Basilicata, rialzo 8% dei ricorsi nel 2015

Ingresso del TAR di Basilicata a Potenza

Ingresso del TAR di Basilicata a Potenza

E’ dell’8% la variazione al rialzo dei ricorsi depositati presso il Tribunale amministrativo regionale per la Basilicata. Il dato complessivo del 2015, di 1.082, ne ha infatti registrati 147 in più rispetto ai 935 precedenti.

Questo ed altri numeri sono stati presentati all’apertura del nuovo anno giudiziario 2016 dal nuovo presidente del Tar regionale Giuseppe Caruso, il quale ha parlato al mondo dell’avvocatura e rappresentanti istituzionali ed esposto criticità ed auspici rispetto al passato.

Pur senza riscontrare situazioni di “patologico arretrato – ha affermato Caruso – l’incremento dei ricorsi pendenti è addebitabile” in particolare “all’operato di due soli magistrati, nell’ultimo bimestre anche con assenza del presidente, ed i ritardi collegati alla Legge Pinto. Ovvero – ha specificato il presidente – 662 ricorsi su 721 per via dell’indennizzo liquidato dalla Corte d’Appello di Potenza in favore dei cittadini pugliesi a causa delle richieste di risarcimento per l’eccessiva durata dei processi.”

Oltre alla richiesta di rafforzamento degli uffici pubblici mediante l’assunzione di personale idoneo, tra gli altri capitoli della relazione, in evidenza i contenziosi più rilevanti: le autorizzazioni e concessioni (61 ricorsi), edilizia ed urbanistica (59) e gli appalti pubblici (53), mentre risultano in deciso calo quelli in materia di pubblico impiego non privatizzato ed agricoltura e foreste.

Share Button