Ilva. Interviene anche il Cardinale Bagnasco: lo Stato tuteli eccellenze italiane

Il Cardinale Angelo BagnascoPer il presidente della Cei Angelo Bagnasco un intervento dello Stato per Ilva “volendo è possibile anche se richiede un grandissimo impegno che nel tempo potrebbe essere ampiamente corrisposto per mantenere un’eccellenza italiana”.

“Se guardiamo fuori dall’Italia, ad esempio in Francia o in altre nazioni – ha detto Bagnasco a margine di un convegno a Genova – è evidente che i governi e gli Stati sono particolarmente attenti e intervengono in prima persona pur di salvaguardare le proprie aziende e le proprie eccellenze. E’ indubbio che le acciaierie italiane, così come ci dicono gli esperti, sono tra le migliori se non le migliori a livello europeo. Bisognerebbe quindi che questa attenzione operativa e in prima persona” dello Stato “fosse presente maggiormente anche in Italia” ha affermato Bagnasco commentando la situazione dell’ Ilva e la necessità di un intervento per l’ambientalizzazione dello stabilimento di Taranto. (ANSA)

Share Button