Matera, donazione organi e tessuti rinnovando o richiedendo per la prima volta la carta d’identità

Donazione Organi MateraDa ieri a Matera, all’atto di ritiro o di rinnovo della carta d’identità, è possibile richiedere all’ufficiale d’anagrafe il modulo per la donazione di organi e tessuti, una decisione che verrà tempestivamente trasmessa al Sistema Informativo Trapianti, la banca dati del Ministero della Salute.

L’iniziativa, a disposizione dei cittadini di Matera, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa dal sindaco, Raffaello de Ruggieri, dall’assessore alle Politiche sociali Marilena Antonicelli, dalla dirigente Giulia Mancino.

“Il Comune di Matera – si è detto – è uno dei pochi in Italia ad aver consentito questa opportunità, ovvero quella di salvare un’altra vita, un tassello importante per la città e la comunità intera, un segnale che indica ulteriormente il percorso civico che si sta svolgendo in vista del 2019”.

“Si tratta – si è aggiunto – del risultato di un percorso nato dal rapporto fra chi si occupa del momento sanitario e chi gestisce le informazioni a livello comunale: una scelta che può essere riportata anche sul documento di identità, su richiesta del cittadino, al momento del rinnovo e quando viene richiesto per la prima volta.” La percentuale di opposizione al prelievo, si è spiegato, è attualmente superiore al 50% e tutto questo si trasforma in lunghi periodi di attesa che in alcuni casi si trasformano in tempo insufficiente.”

Il coordinatore dei trapianti dell’Azienda Sanitaria di Matera, Franco Zuccaro, ha invece aggiunto: “Ho il dovere di chiedere le informazioni sulle scelte circa la donazione e per questo è importante che tale passaggio venga chiarito prima, perché in genere in famiglia non si parla mai di questi argomenti”. La necessità di evitare passaggi difficili in un momento di grande drammaticità è stata sottolineata anche dal direttore dell’Unità operativa di Nefrologia dell’ospedale Madonna delle Grazie, Giovanni Santarsia.

Share Button