Terremoto 1980. Potenza, consegnati nuovi alloggi a Bucaletto

Nuovi alloggi Bucaletto a Potenza 02

Benedizione degli alloggi dell’Arcivescovo metropolita Mons. Agostino Superbo

Un messaggio di speranza, primo vero passo per avviare la riqualificazione del quartiere di Bucaletto e provare a risolvere, ad ampio raggio, l’emergenza abitativa nella città di Potenza. A 35 anni di distanza da quel 23 novembre 1980, le istituzioni lucane hanno battezzato il nuovo percorso che dovrà lasciare alle spalle una serie di occasioni perse dall’epoca della ricostruzione post terremoto in poi.

Sorto per accogliere i senzatetto di allora e divenuto ancora di salvezza per flussi di varia provenienza, la “cittadella” ha dato il benvenuto alle prime 4 famiglie potentine oggetto di sfratto esecutivo. Dei 100 alloggi messi a disposizione dall’Azienda Territoriale di Edilizia Residenziale – come stabilito in apposita graduatoria – 40 sono destinati ai residenti a Bucaletto e 60 al resto della città. Un progetto di 10,8 mln di euro, con unità che vanno dai 95 ai 65 mq.

Il taglio del nastro e la consegna delle chiavi hanno visto la presenza di diverse personalità militari e civili. Il governatore regionale Marcello Pittella ed il primo cittadino Dario De Luca, tra gli altri, hanno auspicato altri passi in avanti per assicurare piena vivibilità e trasformazione dell’area. In maniera sostanziale, un augurio per cambiare il senso di quella data, ancora oggi ferita aperta nel cuore dei lucani.

Share Button