Sesto evento di Sud Act a Matera sul tema “Beni culturali, volano di crescita per l’economia”

SudactMATERA – Per l’economia italiana timidi ma costanti segnali di ripresa. Su cosa puntare per intercettarla? Aspetti non di poco conto, sui quali si interrogano la politica, le istituzioni e i Sindacati, anche considerando il fatto che Matera sarà Capitale Europea della Cultura nel 2019, una vetrina internazionale che vedrà, dopo Expò, gli occhi e i riflettori puntati ancora una volta sull’Italia e, in questo caso, sul Sud in particolare. Non è dunque un caso che l’Ugl abbia organizzato il sesto appuntamento del ciclo di convegni “Sud Act” proprio nella città dei Sassi. Dato l’immenso patrimonio storico, artistico e culturale presente al Sud, ha evidenziato già alla vigilia del dibattito, che ha avuto luogo in Mediateca, il segretario generale Ugl, Francesco Paolo Capone, il turismo potrebbe essere uno straordinario volano di crescita economica ed occupazionale, anche se sullo sfondo rimangono le carenze occupazionali ed amministrative da superare per valorizzare al meglio le risorse che già abbiamo. Numerosi gli ospiti che hanno preso parte al convegno, che è stato corredato da un video contributo di Francesco Rutelli, Presidente di “Priorità Cultura” e già ministro dei Beni Culturali. Ai lavori hanno preso parte, in particolare, anche il presidente del Consiglio Regionale della Basilicata, Piero Lacorazza, l’onorevole Renata Polverini, Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, l’onorevole Cosimo Latronico, membro della Commissione Parlamentare bilancio e programmazione, Giampiero Perri, direttore generale Apt Basilicata.

Share Button