Cardiologia, triplicati i ricoveri al Madonna delle Grazie di Matera

cardiologiaMatera. Sono quasi triplicati i ricoveri per emodinamica interventistica presso l’Azienda sanitaria di Matera, passando dai 600 del 2012 ai 1.400 dell’anno in corso. Lo ha reso noto il direttore dell’Unità operativa complessa di cardiologia (Utic) della Asm di Matera, Giacinto Calculli, e presidente dell’Associazione appulo-lucana della Società italiana di cardiologia (Sic), in occasione del convegno organizzato da Sic e Anmco sulla formazione dei giovani cardiologi e sulle opportunità dell’Unione europea. “E’ un dato in crescita – ha detto Calculli – basti pensare che nel 2013 dopo un anno di apertura sono state realizzate 500 coronografie e 250 angioplastiche con un trend in netta crescita. L’utenza riguarda il Materano e le province pugliesi e calabresi, drenate anche attraverso l’ospedale di Policoro in rete con il “Madonna delle Grazie”. L’età media dei pazienti à intorno ai 50 anni, con punte che scendono fino ai 30 anni. Agli interventi di angioplastica è stata sottoposta anche una persona di 101 anni. L’apertura della seconda sala di emodinamica – ha aggiunto Calculli – è un dato positivo che rafforza l’attività di rete del reparto di cardiologia pubblica”. Nel corso del convegno, che si concluderà il 22 novembre, saranno esaminate le diverse tematiche del settore e di come si sta adeguando la cardiologia nella rete ospedaliera italiana.

Share Button