Matera, troppi furti nella zona industriale La Martella: aziende in ginocchio

Schermata-2013-08-14-alle-16.31.56-300x189MATERA –  La zona industriale “La Martella” continua ad essere presa di mira da bande specializzate di malviventi. Gli ultimi episodi hanno coinvolto quattro aziende accrescendo, di fatto, l’allarme tra gli operatori.  Imprese minate dalla crisi e costrette, anche, a fare i conti con gli attacchi della criminalità. Ladri, tra l’altro, sempre più audaci: l’azienda Rf Group, impegnata nella produzione di complementi in acciaio per il settore arredamento, ha subito, nei giorni scorsi, il secondo furto in un anno; i malavitosi hanno portato via macchinari, attrezzi e manufatti già ultimati.

Il grido d’allarme che si leva dalle imprese è assolutamente preoccupante. Alcune sono state costrette a ridurre il personale, altre addirittura stanno meditando di chiudere e spostarsi altrove. L’appello alle autorità competenti è quello di adoperarsi per garantire un minimo di sicurezza pubblica.

Immediata la risposta del Commissario del Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Matera, Gaetano Santarsia; contattato dalla nostra redazione ha ribadito la disponibilità ad ascoltare le imprese del territorio, ma soprattutto ha chiarito a che punto è l’attivazione e la gestione dell’impianto di videosorveglianza installato nella zona industriale “La Martella”.

“Il sistema – ha dichiarato – è in funzione da 2 – 3 settimane; abbiamo allertato le forze dell’ordine per far acquisire le immagini delle giornate in cui sono stati effettuati gli ultimi furti. Nel giro di pochi giorni, dopo un periodo di prova, sigleremo un protocollo d’intesa per la piena funzionalità del sistema”.

Troppe cattedrali nel deserto nell’area produttiva più importante della città: è tempo di agire, con celerità.

Share Button