Disturbi dell’apprendimento: screening nella scuola primaria di via Fermi a Matera

DSA_LOGOMatera. Uno sportello di ascolto curato dalle psicologhe della cooperativa Il Sicomoro aperto alle insegnanti e alle famiglie, la somministrazione agli alunni di test di comprensione del testo, letture e prove di abilità di calcolo, l’analisi dei risultati ottenuti ed successivi incontri con le famiglie. Ha coinvolto trecento bambini delle classi seconda, terza, quarta e quinta elementare dell’Istituto Comprensivo n4 il progetto di screening sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento che ha permesso di individuare, con un’indagine di primo livello, i soggetti a rischio DSA, circa il 2 per cento in ogni classe; disturbi che possono seriamente compromettere la lettura, la scrittura e la comprensione di concetti matematici di base. “Un’iniziativa che ha consentito, inoltre, di suggerire alle insegnanti -ha sottolineato la dirigente Isabella Abbatino – quali aree potenziare nel percorso scolastico e quali strumenti differenziati utilizzare per ogni singolo bambino e di fornire, sulla base dei dati raccolti, importanti indicazioni rispetto alla formazione delle nuove classi nel passaggio alla scuola secondaria”. Alla conferenza stampa di presentazione dei risultati del progetto hanno partecipato, oltre alla dirigente Abbatino, l’insegnante Vita Epifania e le dottoresse del Centro Eta Beta della Cooperativa sociale Il Sicomoro Erika Cotugno e Claudia Pentasuglia. Il progetto, il primo del genere nella scuola pubblica materana, dovrebbe continuare l’anno prossimo con l’attivazione di risorse per finanziare specifici progetti di formazione e intervento. Un lavoro che ha dato valore all’individuazione precoce del disturbo per prevenire ricadute psicopatologiche e situazioni di emarginazione.

Share Button