Storia di Matera. Tornano dopo 70 anni nella Città dei Sassi alcuni reduci polacchi

Foto Archivio Elisa Springer

Foto Archivio Elisa Springer

MATERA – Ha fatto tappa oggi a Matera un gruppo di rievocazione storica dell’esercito polacco, composto anche da parenti di reduci che furono a Matera dal 1944 al 1946 con il secondo corpo d’armata, dopo la insurrezione del 21 settembre 1943 contro i nazisti.

Il gruppo, ispirato al quarto Reggimento corazzato ”Skorpion”, è composto da circa 30 persone e da otto veicoli militari, è diretto a Montecassino per il prossimo 18 maggio, in occasione del 70/o anniversario della celebre e sanguinosa battaglia.

Il gruppo, accompagnato da Francesco Ambrico, animatore dell’associazione ”Elisa Springer” e studioso dei fatti del 21 settembre 1943, ha visitato le sedi delle scuole militari polacche attivate presso l’ex seminario Lanfranchi, l’ex istituto femminile san Giuseppe e il servizio ausiliario femminile presso l’ex colonia elioterapica di via Castello.

Tra gli ospiti, tutti in divisa d’epoca, anche Stanislaw Pablovic, dirigente della pubblica amministrazione, che ha ricordato la figura di suo nonno Stanislaw, a Matera nel dopoguerra e successivamente ferito a Montecassino. Il gruppo ha anche incontrato Mario Ambrico, autore di mostre e di iniziative di gemellaggio con la Polonia: ripartirà domani per la Puglia e raggiungerà il sacrario militare di Casamassima (Bari), dove sono sepolti soldati polacchi.

Alcune foto tratte dall’archivio della Fondazione “Elisa Springer A-24020” curato dal sig. Mario Ambrico

Share Button