Obama annuncia la rimozione di 20 kg di uranio e plutonio dai siti italiani.

Obama al Nuclear Security Summit (NSS)

Obama al Nuclear Security Summit (NSS)

A margine del vertice sulla sicurezza nucleare in corso a L’Aia, Stati Uniti e Italia hanno annunciato la rimozione di circa 20 chilogrammi di uranio altamente arricchito in eccesso e di plutonio separato che erano presenti nel nostro Paese.

E’ quanto si legge in una nota congiunta diffusa dalla Casa Bianca, in cui si ricorda che durante il summit sulla sicurezza nucleare del 2012, Italia e Stati Uniti si impegnarono a lavorare insieme per la rimozione di questo materiale prima del vertice 2014.

“Stati Uniti, Italia, Regno Unito e l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica hanno lavorato insieme senza sosta e nel rispetto della regolamentazione internazionale per garantire il trasporto sicuro del materiale” e “nonostante i significativi problemi tecnici, l’operazione è stata portata a termine con successo e secondo le scadenze”, si legge nella nota.

La rimozione è avvenuta attraverso “complesse operazioni” per lo stoccaggio ed il trasporto del materiale speciale, che ha compreso anche “il coordinamento di trasporti di uranio da tre diversi siti, lo sviluppo di nuove procedure di stoccaggio” e l’addestramento di “personale specializzato” in queste delicate operazioni.

Il materiale che è stato rimosso in questa ultima operazione “si trovava in tre strutture della Sogin in Italia: l’impianto Eurex a Saluggia, gli impianti Ipu ed Opec di Casaccia e l’impianto Itrec di Trisaia.

Roma e Washington, si legge ancora nel documento, intendono portare avanti la collaborazione per eliminare altro materiale nucleare speciale, per impedire che finisca in mano ai terroristi. Le due amministrazioni si impegnano anche a lavorare con altri Paesi della comunità internazionale per aiutarli nel processo di eliminazione di questo materiale.

Share Button