Fenice di Melfi: è attesa per oggi la decisione del Gup

FenicePotenza. Salvo rinvii, sono attese per oggi le decisioni del gup, Rosa Larocca, sulla richiesta di rinvio a giudizio per i 32 indagati nell’ambito dell’inchiesta sull’inquinamento causato dall’inceneritore Fenice di Melfi. Con l’accusa di disastro ambientale ed omissioni in atti d’ufficio per non aver comunicato agli organi competenti l’inquinamento della falda acquifera provocato dall’attività di smaltimento dei rifiuti all’interno dell’impianto, sono indagati, tra gli altri, l’ex direttore dell’Arpab Vincenzo Sigillito e l’allora suo vice, Bruno Bove. Oggi, probabilmente, un punto fermo su una vicenda che vede da un lato la protesta dei lavoratori sul ricorso alla cassa integrazione, il taglio degli stipendi e le scarse condizioni di “sicurezza” in cui opererebbero, dall’altro la questione della bonifica che tra ricorsi vari è giunto fino al Consiglio di Stato.

Share Button