Matera. Il vescovo Ligorio in visita pastorale ad Acquedotto Lucano

Mons. Ligorio riceve una targa da Rosa Gentile

Mons. Ligorio riceve una targa da Rosa Gentile

MATERA – L’arcivescovo di Matera-Irsina, monsignor Salvatore Ligorio, questa mattina è stato in visita pastorale alla sede di Matera di Acquedotto Lucano, dove ha incontrato il presidente, Rosa Gentile e i dipendenti della azienda che gestisce il servizio idrico integrato.

Il presidente Gentile ha illustrato il lavoro svolto dai dipendenti di AL, sottolineando “l’importanza di dover garantire, sempre e in ogni circostanza, un servizio di qualità ai cittadini”. Gentile, inoltre, ha evidenziato “la particolare fase di difficoltà che stanno attraversando le imprese e le famiglie lucane, a causa della crisi economica che a volte rende difficile anche pagare le bollette. Proprio per questa ragione – ha aggiunto – è indispensabile seguire criteri di equità sociale e, al contempo, essere intransigenti nei confronti degli evasori”.

L’arcivescovo Ligorio, dal canto suo, ha spiegato i motivi della visita pastorale in base alla necessità di conoscere in profondità le trasformazioni del tessuto sociale.

“In quanto bene prezioso e insostituibile – ha detto monsignor Ligorio – il vostro lavoro comporta una grande responsabilità, per la quale la comunità vi è grata. Soprattutto nei momenti di crisi è necessaria la condivisione, tanto dei sacrifici e delle difficoltà, quanto dei successi conseguiti sui luoghi di lavoro, che sono anche luoghi di relazioni umane, dal momento che vi si trascorre la maggior parte del tempo, e certamente più di quello trascorso con la propria famiglia”.

Il presidente di Acquedotto Lucano, infine, ha consegnato a monsignor Ligorio una targa con l’incisione dell’etichetta dell’acqua erogata nella città di Matera.

Share Button