Messa di Natale in Piazza Vittorio Veneto a Matera per gli alluvionati

8-terre-joniche

foto Sassi Live

MATERA – L’arcivescovo di Matera, monsignor Salvatore Ligorio, ha officiato stamani la Messa della mattina di Natale, in piazza Vittorio Veneto, nel pieno centro storico di Matera – dove c’erano oltre 500 persone – in segno di vicinanza ai cittadini che protestano per il mancato arrivo di aiuti da parte del Governo alle popolazioni joniche colpite dall’alluvione del 7 e 8 ottobre scorsi.

Durante l’omelia, monsignor Ligorio ha invitato gli uomini politici ”ad ascoltare e ad essere vicini alle popolazioni, a cui vanno date risposte puntuali”. Spiegando i motivi della scelta di celebrare in piazza la Messa, Ligorio ha detto che ”dove c’è sofferenza, la Chiesa c’è. Anche in questa occasione – ha aggiunto – il popolo lucano ha dimostrato che è nel suo Dna stringersi insieme quando ci sono serie difficoltà”.

Al termine della celebrazione, l’arcivescovo Ligorio ha anche firmato la petizione del Comitato ‘Terre Joniche’ affinché sia decretato lo stato d’emergenza e vengano stanziati i primi fondi per gli interventi a favore delle famiglie e delle aziende gravemente danneggiate dall’alluvione. Le offerte raccolte durante la Messa saranno invece devolute alla Caritas. Alla Messa – insieme a parlamentari, consiglieri regionali e sindaci della zona – ha partecipato anche il neo presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd): ”Dalla giornata di oggi arriva un segnale importante da parte di un’intera Regione che è accanto alle persone colpite dall’alluvione. E’ inconcepibile che non siano ancora arrivate risposte. Anche con atti come quello del portavoce del Comitato ‘Terre Joniche’, Gianni Fabbris, in sciopero dalle fame da ieri, ribadiamo la necessità di avere risposte immediate. E noi – ha concluso il governatore lucano – continueremo a sollecitare il Governo”.

Share Button