Cgil-Fiom: fare chiarezza su siderurgico Potenza

Angelo Summa - CGIL

Angelo Summa – CGIL

POTENZA – “I dati relativi all’inquinamento ambientale effettuati dall’Arpa Puglia in collaborazione con l’Arpa Basilicata sulle emissioni prodotte dallo stabilimento siderurgico Pittini ‘Ferriere del Nord’ di Potenza pongono la necessità di fare chiarezza sull’effettivo inquinamento generato dalle attività della ferriera”.

Lo hanno sottolineato, in una dichiarazione congiunta, il segretario generale della Cgil di Potenza, Angelo Summa, e il segretario regionale lucano della Fiom, Emanuele De Nicola.

“L’allarme che si sta generando prima di tutto tra i lavoratori, attraverso le notizie diffuse in questi giorni, richiede – hanno evidenziato i rappresentanti sindacali – un urgente ed immediato tavolo di trasparenza con tutti i soggetti interessati, a partire dai lavoratori e dal sindacato, sulle effettive emissioni della Pittini. Chiediamo la massima attenzione e vigilanza, onde evitare gli errori fatti all’Ilva di Taranto, ricordando le enormi differenze tra i 2 siti a partire dalle dimensioni, ma soprattutto dalle caratteristiche impiantistiche”.

Cgil e Fiom chiedono alla Regione Basilicata ”di mettere in campo tutte le azioni necessarie per far fronte a tale ultima, solo in ordine di tempo, emergenza ambientale a partire dall’emanazione di una normativa regionale rigorosa sui limiti delle emissioni ambientali, non più rinviabile, a garanzia – hanno concluso Summa e De Nicola – di una effettiva tutela della salute pubblica”.

Share Button