Scuola di Management, Camera Commercio di Matera e Lum siglano protocollo

CCIAAMATERA – Una scuola di management, per far crescere le imprere e formare professionalità specialistiche, in grado di portare valore aggiunto al tessuto produttivo locale. Il protocollo di intesa c’è e vede in prima linea la Camera di Commercio di Matera e la Libera Università Maediterranea di Bari, col supporto di Confindustria.

Obiettivi e finalità dell’iniziativa sono stati illustrati, in mattinata, nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte il presidente dell’ente camerale Angelo Tortorelli, il vice Presidente Confindustria, Pasquale Lorusso e il direttore della Lum School of Management, Francesco Manfredi. Si tratta di un progetto, ha ribadito Tortorelli, che qualifica l’offerta formativa e che fa leva sui temi della internazionalizzazione e delle reti. In questi anni, gli ha fatto eco Lorusso, lo scenario è cambiato.

Se in passato le imprese miravano al conseguimento del risultato, ha fatto notare, oggi non è sufficiente avere un prodotto competitivo. Bisogna essere in grado di conquistare mercati più ampi, attraverso un approccio di rete che è diventato irrinunciabile. La crisi economica, ha fatto poi notare Manfredi, è la conseguenza di una crisi di valori e di cultura. Ma il fatto che forse inquieta ancora di più, ha ribadito, è che ne siamo già usciti e che il mondo nuovo è già sotto i nostri occhi.

Per questo il progetto area murgiana, ha spiegato ancora Manfredi, si sviluppa lungo 3 direttrici: l’integrazione di una pluralità di soggetti; il potenziamento della conoscenza; il supporto alla costruzione di sistemi di rete duraturi. Il tutto declinato attraverso 5 linee strategiche: la costituzione di reti di imprese; il potenziamento della internazionalizzazione; la creatività di impresa; la pianificazione e lo sviluppo di processi sostenibili e, naturalmente, il governo dei costi.

Share Button