Separati fuori dalla Chiesa? Don Eugenio Zanetti a Matera per Famiglia e Vita

Separati DivorziatiMATERA – Separati e divorziati, che vogliono mantenere un rapporto con la Chiesa e i sacramenti, si trovano spesso a disagio. Si tratta però di un dialogo che cresce e che oggi, trova una sponda importante proprio nelle parole di Francesco Primo, che ha apertamente invocato una apertura della Chiesa alla modernità.

Non un giudizio aprioristico, dunque, figlio di un cristianesimo ideale, d’altri tempi, ma aiuto, supporto e guida, nei confronti di chi vive il percorso di separazione, che rimane sempre e comunque una scelta traumatica. Lo sa bene Don Eugenio Zanetti, responsabile del gruppo “La Casa”, che nella diocesi di Bergamo, offre uno spazio di consulenza e di ascolto. Esperienza della quale ha parlato ieri a Matera, nel corso di un convegno ad hoc, organizzato dal Movimento Famiglia e Vita.

La separazione e poi il divorzio, un atto di libero arbitrio, del quale però a fare le spese sono sempre e soprattutto i figli. Molti gli errori che si commettono, soprattutto nel tentativo quasi mai riuscito, di non far sentire ai ragazzi la mancanza dei loro genitori. È un errore, ad esempio, riunire la famiglia, che non c’è più, per mangiare una pizza o per fare una vacanza insieme, una tantum. Servirà semplicemente ad indurre nei figli un inutile senso di speranza. Queste solo alcune delle indicazioni fornite, nel corso dei lavori, da Alessandro Ricci, docente di psicologia, all’Università Salesiana di Roma.

Share Button