Sanità, medici e veterinari incrociano le braccia

Schermata 2013-07-22 alle 16.25.31MATERA – Quattro ore di sciopero all’inizio di ogni turno. La manifestazione è stata indetta dai sindacati che rappresentano circa 115 mila medici e veterinari dipendenti del Servizio sanitario e anche i 20 mila dirigenti sanitari, amministrativi, tecnici e professionali. Al centro della protesta, che ha avuto luogo anche a Matera, i tagli, il blocco del turnover e quello del contratto.

Un sistema al limite della sopravvivenza, avevano ribadito alla vigilia, le organizzazioni sindacali. Quello in atto, avevano osservato, è un vero e proprio attacco al sistema sanitario nazionale, messo a dura prova dagli interessi economici e dalla logica dell’austerità senza diritti. Ragioni che sono state ribadite anche questa mattina ai nostri microfoni.

Nello spirito della manifestazione voluta unitariamente dai Sindacati del settore, obiettivo dello sciopero è stato anche quello di spiegare che il contratto nazionale non è un privilegio ma uno strumento per riformare ed innovare la sanità. E sullo sfondo rimangono le criticità di un settore messo a dura prova dai tagli.

Share Button