L’Associazione Maria SS. della Bruna incontra autorità civili e militari

maria-ss-della-brunaMATERA – Le insegne dei paesi di Pisticci, Pomarico, Montescaglioso e Ferrandina. Una presenza più che simbolica, questa mattina a Matera, in occasione dell’incontro ufficiale fra l’Associazione Maria Santissima della Bruna e le autorità civili, militari e religiose della città. La testimonianza del legame simbiotico fra la festa, i suoi simboli, le sue fasi e i suoi significati, e il territorio, l’intero territorio. Matera, i comuni della Provincia e l’intera Regione stretti intorno alla festa della Bruna e più in generale all’immenso patrimonio rappresentato dalle feste patronali regionali. E sono state proprio le vestigia dei paesi materani a capitanare la lunga processione che dal Palazzo Municipale si è snodata questa mattina fino a Piazza Vittorio Veneto, con l’accompagnamento musicale della banda di Palazzo San Gervasio. Per giungere fino al monumento ai caduti e la conseguente deposizione delle corone di alloro. La festa e le istituzioni, dunque, con l’obiettivo, come ha ribadito ai nostri microfoni il Presidente del Comitato per i Festeggiamenti, Francesco Loperfido, di fare rete. Nutrito dunque il calendario di appuntamenti per la giornata del primo luglio. Elemento caratteristico è stato il dei cavalieri, avvenuto in mattinata in via Don Luigi Sturzo. Come da programma, nel pomeriggio, intorno alle 19, invece, alla chiesa di San Francesco d’Assisi, l’istituzione della Confraternita dei Pastori della Bruna e la benedizione delle nuove corone del Quadro dei Pastori.

Share Button