La festa della Bruna, la storia e il racconto

festa brunaMATERA – La festa della Bruna, fra storia, cultura, tradizioni, religione e religiosità. Se ne è discusso questo pomeriggio a Matera, nel corso di un incontro voluto dal Comitato per i festeggiamentio in onore della patrona della città dei Sassi, cui ha preso parte anche la giornalista Rai, Carmen Lasorella.

La storia della festa, ha ribadito il Presidente del Comitato, Francesco Loperfido, rappresenta un aspetto identitario, dal quale non si può prescindere.

Un elemento che, fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1389, in concomuitanza con l’istituzione della festa della visitazione, voluta da Papa Urbano Sesto, rappresenta una delle possibili declinazioni della celebrazione. Accanto alla storia e alla identità della festa, un ruolo rilevante lo gioca la comunicazione. Il racconto e le sue modalità evolvono nel tempo. Così come mutano le piattaforme tecnologiche in grado di veicolare immagini, messaggi e volti dei protagonisti.

Oggi, ha ribadito ai nostri microfoni Carmen Lasorella, l’integrazione offerta da giornali, televisioni e rete, consente di realizzare una copertura a tutto tondo dell’evento, in ingresso e in uscita. Interviste e analisi nel video riportato nella pagina.

Share Button