A maggio i lavori di “difesa” della costa jonica lucana

Francesco Saverio Acito

Francesco Saverio Acito

Cominceranno nel prossimo mese di maggio al largo di Metaponto i lavori di difesa della costa, con l’installazione di sette barriere a circa 200 metri dalla riva e per una lunghezza di 1,5 chilometri. Lo ha annunciato, Francesco Saverio Acito, commissario straordinario per la mitigazione degli interventi di mitigazione del rischio in Basilicata, nel corso di un incontro con amministratori e imprenditori dell’area jonica. Alla riunione ha partecipato, tra gli altri, Giampiero Cerverizzo, dirigente Infrastrutture della Regione Basilicata.

L’intervento di Metaponto, che avrà un costo complessivo di due milioni di euro, sarà eseguito dal consorzio di imprese Valori e Marag. Il commissario ha annunciato che intanto sono iniziati i lavori per interventi di somma urgenza per centomila euro a tutela delle dune. Acito, che ha ripercorso “le tappe e anche le lungaggini dei programmi di intervento legati all’accordo di programma Regione-Ministero per l’Ambiente”, ha riferito che gli interventi sulla erosione sono una parte delle azioni da realizzare sulla costa e lungo il corso dei fiumi per ripristinare, attraverso la manutenzione, le condizioni di difesa e riequilibrio.

L’intero programma di difesa del suolo prevede 105 interventi per complessivi 35 milioni di euro, erogati solo in parte e con i limiti di una delibera Cipe che ha trasferito la dotazione alle Regioni soggette al blocco del patto di stabilita”. “Grazie – ha detto Acito – alla disponibilità della Regione Basilicata si è potuto prevedere un impegno di spesa di 10 milioni di euro per il 2013”. “L’obiettivo – ha spiegato Cerverizzo – è quello di uscire dall’emergenza, puntando su interventi strutturali, che é il presupposto per difendere il territorio e l’azione delle attività produttive”.

Share Button