All’ospedale di Matera c’è un medico senza incarichi regolarmente stipendiato da 11 anni

Il Dottor Carlo Gaudiano (foto almcalabria)

Il Dottor Carlo Gaudiano (foto almcalabria)

Undici anni di inattività, ma con tanto di corresponsione dello stipendio.

Ha vissuto così dall’inizio degli anni Duemila il dott. Carlo Gaudiano all’epoca responsabile del reparto di immunologia dei trapianti e anemia mediterranea, incarico dal quale sarebbe stato sollevato, come dice l’interessato, per motivazioni politiche.

Insomma, Carlo Gaudiano come Giovanni Barozzino, il dipendente della Sata di San Nicola di Melfi che l’azienda, insieme ad altri due lavoratori, ha allontanato dallo stabilimento lucano pur non negando loro lo stipendio. Con l’Azienda sanitaria del Materano che un decennio addietro si è comportata allo stesso modo della casa automobilistica nel silenzio pressochè totale dei sindacati di categoria.

Oggi il dott. Gaudiano, nonostante la sentenza dello scorso settembre del Giudice del Lavoro che annulla gli atti del suo demensionamento, continua a vivere esattamente come prima, cioè senza alcuna responsabilità all’interno dell’ospedale materano Madonna delle Grazie: ogni mattina il professionista indossa il camice bianco, entra in reparto, ma nell’orario di servizio resta praticamente inattivo. C’è da aggiungere, per completezza della vicenda, che Gaudiano nell’ottobre del 2007 è stato anche licenziato dall’Asm e poi reintegrato, a seguito di un’altra sentenza, quattro mesi più tardi.

Competenza ed esperienza manifestata negli anni dal professionista con tutta una serie di iniziative d’avanguardia nella ricerca, intanto, continuano a non essere valutate e considerate da chi di dovere. Gaudiano, intanto, continua la sua battaglia e ieri ha raccontato la vicenda, a suo dire piena di soprusi e atteggiamenti vessatori, ai componenti della quarta commissione consiliare della regione, presieduta da Rocco Vita.

Ma la storia continua. Ora – come ha precisato uno dei componenti dell’organismo, Mario Venezia – la commissione ha deciso di ascoltare nella prossima riunione sia l’assessore regionale alla Sicurezza Sociale che i cinque dirigenti che in questi anni si sono alternati alla guida dell’Azienda sanitaria del Materano.

Share Button