Benzinai sul piede di guerra. Pompe chiuse fino al 14 dicembre

Gestori delle pompe di benzina sul piede di guerra. Impianti chiusi dalle ore 19 di martedì 11 dicembre fino alle 7 di venerdì 14 dicembre, a seguito della manifestazione di protesta indetta dalle sigle nazionali. Fra le richieste sollevate dai gestori, un prezzo più giusto per i carburanti, oggetto di pesanti discrimanazioni, maggiore libertà di fare impresa e la riduzione delle tasse sui carburanti che, fanno sapere, sono le più alte d’Europa. Ma la protesta dei gestori è rivolta anche contro quello che viene definito il tentativo delle Compagnie di azzerare il ruolo della categoria e la cancellazione dei loro dipendenti. Infine, ribadiscono i gestori, dal 24 al 30 dicembre non saranno accettati sugli impianti aderenti alla manifestazione, pagamenti con bancomat e carte di credito.

Share Button