Economia lucana, Unioncamere: bilancio in rosso

È tutto in rosso il bilancio dell’economia lucana nel primo semestre dell’anno in corso. E’ quanto emerge dalla nota congiunturale di Unioncamere di Basilicata relativa alla prima metà del 2012. il dato ovviamente preoccupa il presidente dell’organismo, il materano Angelo Tortorelli, il quale sostiene che con questi presupposti l’uscita dal tunnel della crisi sarà sempre più impegnativa. E aggiunge: “sono necessarie misure strutturali in grado di incidere nel medio-lungo periodo e, nell’immediato, di aumentare la domanda. Per Unioncamere di Basilicata il crollo del mercato interno ha aggravato ulteriormente la crisi dell’apparato industriale che può contare solo su una discreta tenuta dell’export. Inoltre, lo stato di sofferenza dei consumi delle famiglie sta mettendo a dura prova la tenuta del comparto commerciale, mentre il credito alle imprese si sviluppa da tempo in territorio negativo. Le dinamiche imprenditoriali, infine, segnalano un ridimensionamento della base produttiva e, in questo contesto,il mercato del lavoro paga un conto molto salato con l’occupazione in caduta libera mentre la disoccupazione ha raggiunto livelli record, esattamente come nel nostro telegiornale di ieri ha anticipato Franco Pantone della Filca Cisl. Quasi tutti con il segno meno i vari indicatori, a partire dal volume d’affari delle imprese commerciali con un decremento di circa il 10 per cento. Complice l’inflazione, poi, le famiglie lucane hanno avuto meno risorse a disposizione, mentre il saldo tra nuove e vecchie e aziende è negativo attestandosi a meno 65 attività in campo regionale. I senza lavoro, nel primo semestre dell’anno, hanno superato di circa 9 mila unità il dato dello stesso periodo del 2011. La cassa integrazione ha raggiunto i 9,2 milioni di ore, circa 3 milioni di euro in più rispetto all’anno scorso con un incremento del 47 per cento. Infine, il credito: si è fatta sensibile la contrazione dei prestiti erogati sia alle imprese che alle famiglie, sempre più in difficoltà, peraltro, nella restituzione dei debiti contratti.

Share Button