Consorzi di bonifica e Don Uva, sit-in di protesta alla Regione Basilicata

La protesta a Potenza

POTENZA – Con la ripresa dell’attività istituzionale, e con la prima riunione del Consiglio regionale in programma oggi, 11 settembre, a Potenza, dopo la pausa estiva, sono ripresi anche i presidi di protesta davanti alla sede della Regione: stamani, infatti, ci sono state due vertenze in campo, che riguardano l’istituto sanitario “Don Uva” di Potenza e i dipendenti del Consorzio di bonifica Val d’Agri. I dipendenti delle due strutture hanno organizzato le manifestazioni di protesta, bloccando il traffico in via Verrastro. In entrambi i casi gli assessori regionali alla salute, Attilio Martorano, e all’agricoltura, Rosa Mastrosimone, hanno ascoltato i lavoratori e i rappresentati dei sindacati in due diverse sale degli edifici regionali. Nel primo caso ci sono stati anche momenti di tensione (tra alcuni lavoratori del Don Uva e i sindacalisti) per l’ingresso nell’aula in cui avrebbe dovuto parlare Martorano. Nelle riunioni, l’assessore alla salute ha evidenziato l’impegno della Regione a trovare una soluzione alla vicenda,e a illustrarla in aula, con la previsione di un disegno di legge specifico da presentare nelle prossime sedute. Diverso il caso del Consorzio di Bonifica: i dipendenti (112 in totale) non hanno ricevuto ancora gli stipendi di giugno, luglio e agosto, e hanno chiesto a Mastrosimone un impegno concreto su questo argomento. L’assessore ha annunciato che domani sarà organizzato un incontro con il governatore lucano, Vito De Filippo.

Share Button