Sportelli postali a rischio. Viti: Poste Italiane rivedano decisione tagli

Chiusura sportelli postali in Basilicata? No, grazie. A rispedire direttamente al mittente, ed è questo proprio il caso di dirlo, il programma di ristrutturazione della rete di Poste Italiane, sul territorio lucano, è in questo caso l’assessore regionale a lavoro e formazione, Vincenzo Viti. La sforbiciata che riguarderebbe oltre mille strutture italiane cosiddette antieconomiche, metterebbe a rischio anche in Basilicata una ventina di sportelli, fra materano e potentino. E questo in base ad un piano di razionalizzazione e riorganizzazione al vaglio di Poste Italiane. Ma l’assessore Viti proprio non ci sta. Il piano, fa sapere, confligge con il sistema di relazioni che l’Azienda sta sviluppando con la Regione e con i considerevoli vantaggi che essa trae dai servizi che è stata chiamata a rendere, a partire proprio dalle card benzina. I doveri di reciprocità ma anche la conformazione morfologica e logistica del territorio lucano impongono una revisione di scelte ed obiettivi, rimarca Viti, che fa sapere di aver fatto una precisa richiesta, in questa direzione, all’amministratore delegato di Poste Italiane. In ogni caso, conclude, il Governo Regionale è pronto a fare la sua parte, attraverso un dialogo duro e forte, mirato a tutelare gli interessi della comunità.

 

Share Button