- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Al via la maturità 2012. Tra i temi: Montale, i giovani e la crisi

MATERA – Tutto secondo copione. Quando sono circa le 8 di questa mattina, impazza il toto traccia fra i ragazzi, chiamati a sostenere la maturità. Nelle immagini del video riportato nella pagina, siamo al liceo scientifico Alighieri di Matera. 500mila i maturandi in tutta Italia: fra ansie, paure e voglia di chiudere un capitolo importante della loro vita. Ma una novità quest’anno c’è. Segno dei tempi che cambiano. Per la prima volta nella storia della maturità, i temi arrivano direttamente via web. Niente plichi, staffette e casseforti. Il Ministero ha inviato le tracce direttamente sulla casella postale dei presidi, fornendo successivamente i codici per l’apertura. Un segno di modernizzazione che, secondo quanto riferito dal Ministro Profumo, consentirà di risparmiare circa 240mila euro. Maturità 2012 fra novità e sorprese, quindi. Niente Giovanni Pascoli per l’analisi del testo. Disattese le previsioni della vigilia, che puntavano sul grande poeta romagnolo, nell’anno del centenario della sua scomparsa. Al suo posto, i ragazzi hanno dovuto vedersela con Eugenio Montale. Poi ancora i giovani e la crisi, con una citazione del fondatore di Apple, Steve Jobs, l’olocausto e lo sterminio degli ebrei, il bene comune e individuale, a partire da brani di Rousseau e Tommaso D’Aquino, le responsabilità della scienza e della tecnologia. Archiviato il capitolo del buon vecchio tema di italiano, anche nelle sue varianti di saggio breve e articolo di giornale, sarà ora la volta della seconda prova, quella tecnica: greco al classico, lingua straniera al linguistico, figura disegnata all’artistico, economia aziendale per i ragionieri. Ad attendere gli studenti dello scientifico, la famigerata prova di matematica, fra analisi, geometria analitica e differenziale.

 

Share Button