Il ruolo del turismo nello sviluppo della Basilicata

Matera. La Basilicata è la prima regionale per percentuale di presenze italiane; nel 2010 è stata la terza del Mezzogiorno per crescita media degli arrivi turistici. La sola città di Matera, sempre nel 2010, ha superato i centomila turisti. Sono alcuni dei dati emersi oggi nel corso del convegno dal tema “Il ruolo del turismo nello sviluppo della Basilicata”. A promuovere l’iniziativa il Banco di Napoli in collaborazione con l’ente camerale, Mediocredito, Confindustria e Studi e Ricerche per il Mezzogiorno. Amministratori ed esperti a confronto, dunque, per fare sistema, attivare progettualità e lavoro. Dallo studio realizzato da Srm è emerso, infatti, che il comparto turistico genera 330 milioni di Pil lucano avendo un rilevante effetto moltiplicatore su un vasto indotto. Le sinergie organizzative e produttive tra i comparti agricolo, alberghiero, ambientale e culturale, porterebbero ad un incremento significativo di presenze, circa il 20 percento in più e di conseguenza del Prodotto Interno Lordo regionale. “L’obiettivo per la regione – ha affermato Massimo Deandreis, Direttore Generale di Studi e Ricerche per il Mezzogiorno – è quello di puntare sulla qualità per un turismo a più alto valore aggiunto. In tal senso Matera è un esempio importante e di grande valore anche simbolico”. Tra i punti critici sui quali bisogna lavorare la scarsa presenza di turisti stranieri, la domanda turistica fortemente stagionale e la precaria accessibilità infrastrutturale.

Share Button