Alle città e alle comunità intelligenti 240mln per innovazione e ricerca

MATERA – Con il progetto Smart Cities and Communities, il Sud fa da traino al Paese. Lo ha detto ieri ai nostri microfoni, il Ministro dell’Istruzione e della Ricerca, Francesco Profumo, che ha illustrato le finalità del progetto e il bando, che scadrà il prossimo 30 aprile, e che favorirà innovazione, servizi ed occupazione. L’obiettivo è quello dunque di partire dal Sud e soprattutto dai Giovani. Ma anche di iniziare ad invertire una tendenza che, nel campo della ricerca, vede proprio l’Italia fra i Paesi europei più penalizzati. Il bando sulle città e le comunità intelligenti mira appunto a rovesciare questo stato di cose. Sul piatto ci sono più di 200milioni da destinare alle cosiddette regioni della convergenza, Campania, Sicilia, Calabria e Puglia, cui vanno aggiunti quelli da assegnare anche a Sardegna, Basilicata, Molise e Abruzzo, messi a disposizione direttamente dalle Regioni. Le idee progettuali dovranno proporre soluzioni avanzate negli ambiti di interesse pubblico, sviluppando modelli di integrazione sociale in due macro ambiti: società dell’informazione, cui è destinato l’importo di 100milioni di euro, e sviluppo sostenibile, con altri 100milioni. Altri 40milioni di euro infine sono destinati ai giovani residenti nelle regioni dell’obiettivo convergenza. Insomma scopo principale rimane quello di rendere il Paese non solo più digitale ma anche più intelligente, grazie alla creazione di nuovi modelli di gestione del territorio, come è stato sottolineato nel corso dei lavori dagli assessori regionali all’ambiente e territorio, Vilma Mazzocco, alle attività protuttive, Marcello Pittella, e dal Governatore lucano Vito De Filippo. Settori di applicazione saranno dunque l’istruzione, la salute, la mobilità, l’ambiente, il turismo, le rinnovabili e le risorse naturali. E al progetto, insieme ad altri 25 centri, nell’ambito della green economy e dello sviluppo sostenibile, partecipa anche la città dei Sassi.

 

Share Button