Confapi chiede garanzie per subappaltatori e fornitori del cantiere della Bradanica

I collegamenti della Bradanica

MATERA – Dopo la firma dell’accordo per la cassa integrazione straordinaria per i lavoratori della Intini, Confapi Matera chiede garanzie anche per i subappaltatori e i fornitori del cantiere della Bradanica, tra cui figurano diverse imprese materane che vedono messa a rischio la stabilità finanzaria. Nella riunione convocata dal Prefetto per domattina, l’associazione chiederà che siano valutate caso per caso le situazioni delle imprese materane impegnate nel cantiere, per la eventuale concessione ai lavoratori della cassa integrazione ordinaria oppure di quella in deroga. Per quanto riguarda il completamento dell’opera, Confapi chiede che si proceda ad una modifica del raggruppamento di imprese aggiudicatario dell’appalto, in modo da continuare i lavori senza Intini e scongiurare il pericolo di lasciare incompiuta un’importante arteria viaria per la Basilicata.

Share Button