File alle Poste per la Card-carburante…e il lucano si arma di pazienza

MATERA – “La pazienza è la virtù dei forti”, recita un vecchio adagio, ma non solo: a quanto pare è anche la ricchezza dei Lucani. Almeno secondo il consigliere comunale materano del PD, Angelo Cotugno, giunto a questa conclusione al termine di un piccolo reportage sulla burocrazia locale. Tutto è nato dall’esigenza di pagare un bollettino postale, resa praticamente impossibile dall’eccessivo affollamento di tutti gli uffici materani, compresi quelli più periferici che di norma garantiscono un disbrigo più celere delle operazioni. Queste immagini amatoriali girate da un cittadino che le ha poi consegnate alla nostra redazione lo testimoniano. Ieri mattina alle 8:30, racconta Cotugno, alla sede di borgo La Martella, c’erano già dodici persone in fila davanti all’unico sportello attivo anche se, prosegue, la coda sembrava scorrere in modo piuttosto fluido fino a quando qualcuno non ha dovuto soffermarsi a compilare un modulo: quello per l’attivazione della carta del bonus carburanti. “Se vedete gli uffici postali pieni, in questi giorni – spiega Cotugno – è perché occorre compilare questi carteggi per usufruirne anche se – aggiunge – gli stessi impiegati non sanno quando sarà possibile farlo”. Informazioni carpite dal consigliere comunale del PD durante un’attesa durata qualche decina di minuti nel corso della quale i moduli compilati sono stati sicuramente più d’uno. Lui, come s’era detto all’inizio, aveva solo necessità di pagare un bollettino, utilizzando il bancomat che però, dulcis in fundo, una volta arrivato il suo turno ha scoperto non essere abilitato. Tanta attesa per nulla, insomma, se non per constatare che i lucani, per usufruire di questo bonus, si trovano costretti a ripetere la stessa procedura eseguita qualche mese fa per richiederlo. “Stesso caos, insomma, ma soprattutto – conclude Cotugno – stessa pazienza”.

 

Share Button