Si chiudono i cartelloni natalizi a Matera

Matera. Con una tre giorni dedicata ai più piccoli si è chiuso oggi il cartellone di eventi “Natale a Matera”. Il Villaggio Globale del Bambino ha riproposto , tra gli ipogei di piazza San Francesco, piazza Vittorio Veneto e le botteghe nei Sassi, laboratori artigiani, attività ludiche e di animazione, baby dance, orienteering alla scoperta degli antichi rioni, cori e bande musicali. L’organizzazione della rassegna “Natale a Matera” è stata curata da Matera Convetion Bureau e dalle associazioni di categoria, con la collaborazione del Comune e della Pronvincia di Matera ed il patrocinio di Regione a Apt Basilicata. Punta di diamante della rassegna il presepe vivente nei Sassi con la regia firmata dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia che ha registrato la presenza di oltre ventimila visitatori. Contestualmente con il gran concerto di Inizio Anno, si è chiuso anche il cartellone degli eventi natalizi “Arredo in Festa”, proposto dalla Quadrum S.r.l. e dall’Amministrazione Comunale.  Stamane in Piazza Vittorio Veneto, il celebre tenore Francesco Zingariello, protagonista della scena lirica internazionale, accompagnato da un ensemble di musicisti e dal coro dei Cantori Materani, ha eseguito brani natalizi intervallati da alcune delle più belle pagine della canzone napoletana e dell’opera lirica. La rassegna “Arredo in festa” è stata caratterizzata anche dalla riscoperta dei personaggi della storia, attraverso l’interpretazione di episodi che hanno determinato il destino socio-economico e culturale di Matera, tra cui Alano da Matera, Giuseppe Bonaparte e Giovanni Pascoli. Ad incuriosire cittadini e turisti, poi, gli spettacoli di falconeria. Alle due proposte culturali che hanno animato Matera sin dai primi giorni di dicembre, si è aggiunto il progetto artistico Natività sul Duomo, ideato da Toni Iacovuzzi e promosso da Illuminotecnica con il media partner Sassilive che ha  riscoperto la facciata della Cattedrale attraverso le proiezioni di immagini a colori della Natività, tra cui quella del presepe di Altobello Persio presente all’interno della Chiesa Madre, chiusa per lavori di ristrutturazione. Soddisfatti tutti i soggetti coinvolti nell’organizzazione delle rassegne e delle varie iniziative proposte in città; ora è necessario mettersi subito al lavoro per assicurare ai turisti un soggiorno piacevole e interessante anche negli altri periodi dell’anno.

 

Share Button